La Calabria conserva una tradizione culinaria infinità basata su tradizioni e qualità e, in ogni occasione, riesce a far innamorare chiunque ci capiti. Rispetto dicembre, quando ad avere la meglio sono le vigilie, nel periodo pasquale si torna all’importanza dei pranzi “ufficiali”, quelli della domenica, ed il più importante è il pranzo di Pasqua.

È sempre difficile scegliere cosa cucinare anche perché poi si finisce per preparare sempre i soliti piatti così, abbiamo pensato di ideare un menù tradizionale che rispecchi un pò di ogni parte della nostra amata Calabria.

Antipasto di Pasqua

L’antipasto è un must per la Calabria ed i calabresi e cosa c’è di più azzeccato di prendere tutte le cose buone che ci sono in dispensa e metterle in tavola? In ogni dispensa calabrese ci sono salumi stagionati che possono emozionare, formaggi, conserve… proviamo ad aprire la conserva e prepariamo il nostro antipasto di pasqua:

Prima di tutto prepariamo un tagliere con un pò di Salsiccia di Calabria D.O.P., Soppressata di Calabria D.O.P., del Capocollo di Calabria D.O.P. e l’immancabile pancetta di Calabria D.O.P.; fatto questo passiamo a preparare un bel tagliere di formaggi con Pecorino Calabrese, un pò di Campagnolo con scaglie di peperoncino Calabrese, il Bergorino (formaggio al bergamotto), del Pecorino Monte Poro ed il gustosissimo Caciocavallo calabrese. Sarebbe il caso di affiancare ai formaggi qualche buona confettura ad esempio di peperoni o di di fichi o una crema di peperoncino e una di cipolla Rossa di Tropea. Prepariamo anche un pò di bruschette con la ‘Nduja di Calabria, altre con conserva di zucchine, filetti di melanzane e crema di cipolla rossa di Tropea. in una piccola boule non possono assolutamente mancare le Olive ammaccate denocciolate e sarebbe il caso di preparare anche le Girelle con Caviale di Crucoli ovvero con la nostra amata Sardella. Per terminare potrebbe andar bene una “padellata” di peperoni cruschi fagnanesi! Se non vi basta aggiungete un pò di “cose fritte” come le Crespelle Calabresi con Alici o le Crocchette di Patate con cuore di ‘Nduja di Calabria, le Polpette Melanzane alla Calabrese e due Patate ‘Mbacchiuse. Infine, per “sgrassare”, un pò di verdure grigliate come peperoni, cipolla rossa di Tropea, melanzane, ecc.

Clicca qui o sulla foto per la ricetta completa.

Il primo di Pasqua

Dopo un bell’antipasto possiamo passare al primo. Da qui in poi abbiamo deciso di non confondervi troppo quindi un solo primo e un solo secondo, qualche contorno ed il dolce.

Il Timballo ‘Nduja di Calabria e Caciocavallo Silano è un piatto tradizionale calabrese che racchiude alcuni prodotti che raccontano molto bene i gusti della Calabria. È solito essere cucinato nelle feste Pasquali ma anche come piatto domenicale. Un’esplosione di gusto arricchita dalla piccantezza della ’Nduja che condisce perfettamente gli eccellenti Cannaruzziaddri Rigati.

Clicca qui o sulla foto per la ricetta completa.

Il secondo di Pasqua

È tradizione cucinare per secondo agnello o capretto e nelle varie zone della Calabria viene preparato in modi differenti. Per quest’anno abbiamo deciso di inserire una ricetta del catanzarese, la Tiana.

È un secondo a base di agnello che nasconde però molti ingredienti eccellenti calabresi come l’aglio di Papaglionti, la cipolla rossa di Tropea, le patate gialle della Sila, il pecorino calabrese e tanti altri altrettanto gustosi!

Clicca qui o sulla foto per la ricetta completa.

I contorni di Pasqua

Insieme al secondo ci sembra indispensabile affiancare qualche contorno, noi suggeriamo Patate e peperoni e magari anche Rape e salsiccia. Lo sappiamo non è proprio un contorno ma due rape e salsiccia non guastano mai.

I dolci di Pasqua

Possiamo terminare il nostro pranzo con le cuzzupe (o cuculi) calabresi ovvero dei dolci tipici intrecciati e decorati con uova e codette colorate. Sono il dolce principale di pasqua e non possono mancare mai in nessuna casa calabrese in questo giorno.

Chiaramente dall’antipasto ai contorni il tutto accompagnato dagli ottimi vini calabresi, e per il dolce una vasta scelta tra liquori e amari premiati.

Non ci resta che augurarvi una buona pasqua, tra qualità e tradizione, sorrisi e brindisi perché il pranzo in Calabria è affetto, è voglia di stare insieme, è amore.

Ricette dello Chef Andrea Magno